La sconfitta

Mi commuovo di fronte al grande discorso di Joe McCain, che riconosce la vittoria di Barack Obama e dice che questo è il segno di una grande democrazia, capace di portare un afroamericano alla Casa Bianca. È stato capace – ha detto – di dare speranze ad americani che pensavano di non contare. Poi zittisce la platea che fischia quando sente il nome Obama. Molti dovrebbero impararlo a memoria, questo discorso, in questo squallido paese che è oggi l’Italia.

Leggi questo post in e-bookLeggi questo post in e-book